Skip to main content

Come CEO di Climant, Luca Masera ha da tempo compreso l’importanza che la capacità di cambiare e adattarsi è la chiave per il successo di ogni azienda, compresa la sua. Cambiare però non è facile e richiede tempo, cura e impegno.

Gli ultimi due anni ci hanno insegnato un’enorme lezione: nella vita come negli affari tutto cambia e spesso il cambiamento può essere improvviso e inaspettato. Essere pronti a ogni evenienza è impossibile; all’inizio del 2020 in pochi si sarebbero aspettati che il mondo sarebbe stato travolto da un pandemia. A fare la differenza perciò non è la preparazione, ma la capacità di adattarsi al mutare delle condizioni e del contesto.

In Climant, ed è stata una grande fortuna, avevamo già iniziato a sviluppare questa capacità da qualche anno. Così, quando è stato necessario cambiare eravamo già allenati a farlo. È stato lavorando a stretto contatto coi clienti che mi sono accorto di quanto la relazione con essi stava modificandosi.

Per molti anni, nel nostro settore, eravamo abituati a ricevere una commessa, preparare un preventivo e, se la commessa veniva accettata, eseguire il lavoro. Per i clienti questo cominciava a non essere più abbastanza. I clienti venivano da noi con un problema e ci chiedevano di trovare per loro una soluzione.

Mi sono reso conto che per farlo era necessario modificare la relazione col cliente, migliorare la mia capacità di ascolto e, soprattutto, imparare a pensare più a come risolvere un problema che a come vendere un prodotto.

Più approfondivo e adottavo questo approccio, più mi accorgevo che per poter servire il cliente al meglio era necessario un ulteriore cambiamento, questa volta rivolto alla mia stessa azienda. Per anni mi sono comportato come il capo dei miei dipendenti. Ero io che prendevo le decisioni e il verbo dovere era quello che pronunciavo più spesso. Le persone lavoravano per me, non con me.

Poi mi sono chiesto come potevo risultare credibile ai miei clienti ascoltando i loro problemi e proponendo loro soluzioni, se non adottavo lo stesso approccio coi miei collaboratori?

Così ho scelto di portare questo cambiamento anche nella mia azienda, e non è stato per niente facile. Perché per farlo ho dovuto imparare a delegare, dando fiducia e responsabilità alle persone con cui condividevo le mie giornate. Questo atteggiamento ha portato i miei collaboratori ad autogestirsi il lavoro, imparando a fare delle scelte per risolvere i problemi che si trovavano ad affrontare quotidianamente.

Questi sono solo dei primi, piccoli passi e la strada da fare è ancora lunga. Ma le risposte che ho ottenuto in questi anni, la soddisfazione che ho potuto sentire da parte dei miei collaboratori è concreta e mi rassicura che questa è la strada giusta per costruire il successo della mia azienda.